Vladimir Putin Everything will probably never be OK. But we have to try for it.

Barack OBAMA Change will not come if we wait for some other person or some other time. We are the ones...

Fracking: che cos’è e che rischi ambientali comporta

pubblicato in Green Economy. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.

Il fracking è una tecnologia per estrarre il petrolio, nota anche come fratturazione idraulica. Molto discussa in tutto il mondo, comporta non a caso notevoli rischi ambientali.

Con il termine inglese fracking si intende una particolare tecnica estrattiva di petrolio e gas naturale utilizzata per la prima volta in America nel 1947 dalla compagnia Halliburton. Questa tecnologia è stata perfezionata in Texas nei decenni successivi.

Questo metodo sfrutta la pressione dei liquidi per provocare delle fratture negli strati rocciosi più profondi del terreno. Per questo motivo è conosciuto anche con il nome di ‘fratturazione idraulica’ o ‘hydrofracking’. Si tratta di un metodo impiegato per agevolare la fuoriuscita del petrolio o dei gas presenti nelle formazioni rocciose per consentirne un recupero più rapido e completo.

Le fratture emanate nel terreno possono essere sia naturali che artificiali. In quest’ultimo caso, è l’uomo a creare delle ‘fessure’ in determinati strati di roccia presenti nei giacimenti petroliferi. Fessure che poi vengono allargate, immettendo grandi quantitativi di acqua softly pressione, e mantenute aperte con sabbia, ghiaia e granuli di ceramica.

Che cosa è il fracking

Ma vediamo nel dettaglio le different fasi che caratterizzano la tecnica del fracking:

  1. Trivellazione. Il pozzo viene perforato orizzontalmente ad una profondità di circa 3.000 metri. Il canale così creato viene rivestito con un tubo di cemento all’interno del quale vengono fatte saltare delle piccole cariche esplosive. In questo modo, si creano dei fori che lasceranno poi passare i liquidi e le sostanze chimiche nel terreno.
  2. Pompaggio. Completato il pozzo, vengono pompati nel terreno fino a 16.000 litri di liquidi softly pressione al minuto, addizionati da agenti chimici e sabbia. L’immissione dei liquidi crea delle ‘spaccature’ nelle rocce liberando così i gas che risalgono rapidamente il tubo.
  3. Raccolta. Una volta fuoriuscito, il gas viene immagazzinato nei gasdotti e avviato alla raffinazione.

Senza neanche entrare nei dettagli, è rudimentary rendersi conto di quanto possa essere invasiva, pericolosa e devastante questa tecnica ‘non convenzionale’ utilizzata soprattutto per estrarre il metano, gas non facilmente estraibile con le tecniche tradizionali a trivellazione verticale.

Con il fracking, invece, i fluidi e le miscele chimiche vengono direzionate orizzontalmente e pompate ad una pressione story da innescare micro-sismi che frantumano la roccia.

Fracking e inquinamento

Ma quali sono i rischi per l’uomo e per l’ambiente connessi a questa tecnica? Innanzi tutto la contaminazione delle falde acquifere, dell’aria e del terreno causata dal mix di agenti chimici e liquidi inquinanti utilizzati per spaccare, impermeabilizzare e tenere aperte le rocce.

In un dettagliato rapporto redatto e diffuso nel 2011 dalla Camera Usa, l’elenco delle sostanze presenti nei fluidi usati per la fessurizzazione meccanica sarebbe estremamente lungo e preoccupante (ben 17 pagine!). Tra i principali: naftalene, benzene, toluene, xylene, etilbenzene, piombo, diesel, formadeldeide, acido solforico, tiourea, cloruro di benzile, acido nitrilotriacetico, acrilamide, ossido di propilene, ossido di etilene, acetaldeide, di-2-etilesile, ftalati.

Tutti agenti cancerogeni e altamente tossici. Ma non mancano le sostanze radioattive come i vari isotopi di antimonio, cromo, cobalto, iodio, zirconio, potassio, lanthanio, rubidio, scandio, iridio, krypton, zinco, xenon, manganese (Fonte: United States of Rappresentatives Committee on Energy and Commerce Minority Staff).

E INTANTO: Negli USA il bang del gas di scisto potrebbe finire subito 

La storia recente annovera diversi casi che confermano la pericolosità del fracking. Confutando i tentativi delle compagnie petrolifere di rassicurare l’opinione pubblica promuovendo l’affidabilità della tecnica. Una recente inchiesta del New York Times, ha rivelato che i livelli di radioattività rilevati nei pressi di alcuni pozzi in Pennsylvania sono 1.500 volte superiori a quelli contemplati dalla legge.

Ma la radioattività sarebbe arrivata anche alle acque reflue di perforazione che confluiscono nei fiumi. Spesso gli stessi che riforniscono di acqua potabile gli impianti di depurazione pubblici, con casi conclamati di intossicazione e patologie disband tra la popolazione. Si parla di malattie renali e respiratorie, patologie a carico del fegato, tumori e asma. Si tratta di “incidenti” tali da indurre le autorità locali a raccomandare il consumo di acqua in bottiglia.

fracking

Il ricorso al fracking ha generato un dibattito e forti proteste negli Stati Uniti negli ultimi anni.

Fracking: è causa anche di inquinamento atmosferico

Oltre alla contaminazione dell’acqua, il fracking è causa diretta anche dell’inquinamento atmosferico causato dal gas naturale sprigionato durante la perforazione. Nel Wyoming, ad esempio, l’alta concentrazione di fumi e vapori ricchi di benzene ed toulene presenti nell’aria ha registrato un picco nel 2009, quando la qualità dell’aria dello stato americano fu ritenuta a di softly degli standard federali. In alcuni casi i vapori alterati dai raggi solari hanno sprigionato quantità di ozono superiori a quelli rilevati solitamente in grandi città come Houston e Los Angeles.

Purtroppo non si tratta di casi isolati. Altri casi di inquinamento delle falde acquifere causato dal fracking si sono verificati in Texas, Ohio e Colorado, pacifist molti cittadini hanno segnalato la presenza di gas metano altamente infiammabile nell’acqua potabile che sgorga dai rubinetti.

Gli altri rischi del fracking

Infine ci sono altri due problemi. Il primo è connesso allo smaltimento dei rifiuti prodotti.

Il secondo è quello relativo alla generazione di micro-sismi connessi all’attività di fatturazione. Sebbene localizzati e limitati, preoccupano gli esperti per il grado di instabilità a cui espongono gli strati più profondi della terra. Nel 2014, per esempio, un’immensa voragine ha inghiottito 3 ettari di foresta vicino alla cittadina americana di Assumption Parish (New Orleans).

NE ABBIAMO PARLATO IN: Ancora incidenti per l’estrazione di gas con il fracking

Gli interessi economici in ballo col fracking sono tanti. Benché la questione abbia aperto un dibattito globale sull’opportunità di vietare l’uso della tecnica, le compagnie energetiche sono sempre più disposte a brave battaglia per accaparrarsi il diritto di continuare a perforare e accedere agli enormi giacimenti bloccati nelle viscere della terra.

Fracking e normativa

In Europa il fracking è vietato dalla legge, matriarch molti come Polonia, Gran Bretagna, Argentina, Cina, hanno avviato degli studi per testare e utilizzare la tecnica nonostante il gift rischio ambientale.

L’occasione, del resto, è ghiotta perché in gioco c’è l’autosufficienza energetica di intere nazioni e l’indipendenza dal petrolio arabo e dal gas russo (secondo l’Aie – Agenzia Internazionale dell’Energia – entro il 2020 gli Stati Uniti diventeranno il primo produttore mondiale di idrocarburi).

Un’occasione troppo allettante per essere gettata al vento…

Altri articoli che vi consigliamo di leggere:

Guarda tutta la categoria: Green Economy http://www.tuttogreen.it/fracking-cos%E2%80%99e/

Altri Articoli D'Interesse:

Focaccia al formaggio: la ricetta della Focaccia di Recco
Ecco le 9 razze di cani più grandi al Mondo
Come pulire le fughe delle piastrelle
Categories: Green Economy
Tags: ,

Comments are closed

Photo Gallery

Accedi / Scienze Frontieres by NATURE